• Cereali Berti Group

Il vantaggio della semina autunnale dell’orzo


L’orzo è una delle prime culture rese coltivabili dall’uomo da cui dipende gran parte dell’alimentazione mondiale. Nell’alimentazione umana vengono sfruttate le cariossidi dell’orzo, impiegate per fare il pane, per la produzione di birra, come surrogato del caffè e in molte preparazioni alimentari. Infatti nell’‘orzo si trovano molte proprietà benefiche per il nostro organismo. Essendo una pianta erbacea annuale, raggiunge di media un’altezza di 60-120 cm, le spighe sono caratterizzate in base alla varietà e con più o meno ranghi di cariossidi. Il suo ciclo vegetativo è simile a quello del grano tenero. Nel Nord Italia la spigatura comincia a fine aprile, con l’innalzamento delle temperature; al centro e al sud accade tra la fine di Marzo e la metà di Aprile. L’orzo presenta una buona resistenza alla salinità del suolo e alla siccità sopportando temperature di 38 °C se l’umidità ambientale non è troppo elevata. Le condizioni caldo-umide invece favoriscono varie malattie fungine.

L’orzo germina ad una temperatura minima di 5 °C, la temperatura ottimale per la crescita è di 15 °a 18 °C mentre nel periodo invernale, può sopportare anche temperature di –20 °C. Questo cereale preferisce i terreni ben dotati in fosforo e potassio e non va d’accordo con gli eccessi idrici perchè provocherebbero asfissia radicale ed un eccessivo sviluppo della vegetazione con rischi di allettamento. Le migliori produzioni si ottengono seminando l’orzo dopo le cosiddette colture da rinnovo, al nord Italia una tipica rotazione è costituita daorzo–mais–orzo. Per la produzione di malto è sconsigliabile far seguire l’orzo ad una leguminosa, in quanto l’arricchimento in azoto causato da quest’ultima provocherebbe un eccessivo contenuto proteico nella granella. La data di semina varia in relazione all’andamento meteorologico del singolo anno oltre alle caratteristiche pedoclimatiche del luogo. Le semine autunnali nel Nord Italia verrebbero effettuate verso metà ottobre, mentre al Sud viene generalmente seminato dalla prima decade di novembre alla prima di dicembre. Il vantaggio della semina autunnale consente l’ottenimento di un risultato con rese superiori anche di un 30 – 50% . Le semine primaverili vanno effettuate appena ci sono le condizioni climatiche idonee, per evitare che la coltura si trovi nella fase dimaturazione con temperature troppo elevate le quali provocherebbero lo sviluppo di cariossidi piccole e striminzite.

#agricoltura #Italia #orzo #semina #autunno #pane #birra #caffè #alimento #bertigroup #cereali

68 visualizzazioni

Sede Legale e Operativa

Via dell'Artigianato 37, 37040 Pressana (VR) IT

P.Iva: 00281110239 - SDI: SUBM70N

Sede Operativa

Via Cà Erizzo 8, 35024 Bovolenta (PD) IT

Sede Operativa

Via Adige Superiore 84, 35040 Balduina di S. Urbano (PD) IT

  • Nero Facebook Icon
  • Google Places - Black Circle
  • YouTube - Black Circle

Tel: +39 0442 84044

Email: bertigroup@bertigroup.net

© 2020 BY PLC International Sagl